giovedì, 20 settembre, 2018, 8:48 am
Ultime notizie
Home / Cinema / Rocky 7, arriva lo spin-off con Creed nato per combattere

Rocky 7, arriva lo spin-off con Creed nato per combattere

Rocky 7: Creed-nato per combattere, ritorna l’amatissimo “Stallone Italiano”

rocky 7

Rocky 7: Creed-nato per combattere, è lo spin-off dedicato a Rocky Balboa, uscito dopo nove anni dall’ultimo film dedicato al pugile più amato del cinema. Chi non ricorda tutti i film che vedono protagonista un Sylvester Stallone, sempre determinato a vincere, che sia per amore di Adriana, o per vendetta, quest’uomo ha fatto la storia del cinema, con un personaggio ancora attuale e di cui nessuno si vuole dimenticare.

La storia di Rocky comincia nel 1976, con un giovane Sylvester Stallone, nei panni dello squattrinato pugile, pronto a tutto per vincere contro il campione mondiale e pronto a tutto per avere l’amore della sua futura consorte Adriana, un nome che come quello di Rocky è rimasto un mito.

Con questo film comincia tutto, lo Stallone Italiano contro Apollo Creed il campione del mondo, lo scontro alla fine della prima pellicola vede Creed vincere ai punti, una vittoria però che non soddisfa per niente il campione del mondo, a causa anche della grande acclamazione del pubblico per Rocky. Dal primo incontro fino poi alla morte di Creed fra i due s’instaura una forte amicizia, che porterà appunto alla creazione di Rocky 7 con il titolo Creed-nato per combattere.

rocky 7Lo spin-off, stavolta non vede come protagonista reale Rocky ma bensì il figlio di Apollo Creed, anche lui pugile, che si affiderà all’esperienza di Rocky e lo prenderà come mentore, per riuscire a vincere. Il film ha riscosso molto successo ai botteghini, è stato acclamato dagli amanti del genere e dai cineamatori, che hanno apprezzato il ritorno di un classico, considerato tra i migliori 100 film nella classifica statunitense.

I film dedicati allo Stallone italiano, avevano già valso a Sylvester Stallone, gli oscar come miglior film e miglior regia, con il primo della serie. Oggi con Rocky 7 Stallone potrebbe vincere nuovamente un oscar, grazie alla sua nomination come miglior attore non protagonista. Rocky in questo film veste i panni dell’allenatore e cosa più sconvolgente non combattere né dentro né fuori dal ring, ma la sua lotta questa volta sarà contro il Cancro, un male che lo sta uccidendo, e contro il quale dovrà lottare duramente.

Il film dunque si svolge su note melodrammatiche, diventando, come è stato per i precedenti, emblema non solo del genere sportivo cinematografico, ma anche umano. Perché infondo il successo di Rocky lo si deve anche all’umanità del suo personaggio, che si confronta con gli ostacoli di una vita tra fama e successo, ricchezza e povertà, amore e perdita. Le persone care a Rocky, infatti vedono un excursus di morti, a partire dall’allenatore, colui che per primo a creduto nella sua forza, a quella di Apollo Creed, amico fidato, fino alla perdita dell’amore della sua vita Adriana, che poi diventerà il nome del ristorante aperto da Rocky nell’ultimo film della serie.

Fino a Rocky 7, dunque vediamo un susseguirsi di eventi, studiando da vicino la storia di un uomo, che se ben solo frutto della fantasia dei registi, insegna ancora i valori della vita, del sacrificio e dell’onesta e come su un ring insegna ad incassare colpi, ma anche a darli fino a quando non si arriva alla vittoria sull’avversario, in questo caso metaforicamente gli avversari sono i problemi della vita, che ti portano un giorno ad appendere i guantoni al chiodo, il chiodo della morte.

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.